seggioloni

Seggiolone perfetto per l’ora della pappa

Dai 4-5 mesi ai 2-3 anni i bambini iniziano ad imparare, sperimentare e curiosare in giro. Per questo motivo hanno bisogno di uno strumento da cui affacciarsi sul mondo che gli permetta di relazionarsi con i genitori e i parenti ma, allo stesso tempo, di imparare delle lezioni importanti.

Questo strumento è proprio il seggiolone. Pensare al seggiolone semplicemente in relazione al momento della pappa è riduttivo, imparando a stare seduto correttamente il bambino inizierà una nuova fase della sua vita ed imparerà ad entrare in contatto con le persone, ad esprimere i propri gusti e a rispettare i comandi e le istruzioni degli adulti.

I bambini sono delle spugne che assorbono informazioni da tutto ciò che li circonda, è perciò importante creare per loro l’ambiente più sicuro e stimolante possibile.

Stabilità e praticità, per iniziare l’educazione dei vostri figli con il piede giusto

Ovviamente tutti vogliamo il meglio per i nostri figli, ma allo stesso tempo dobbiamo cercare di far rientrare tutte le spese entro un budget che può essere limitato, e i prezzi dei prodotti per bambini non aiutano certo.

Tuttavia, spesso in commercio è possibile trovare dei prodotti che sono un buon compromesso tra qualità e prezzo e che garantiscono la sicurezza del nostro bimbo senza farci spendere somme eccessive. Come abbiamo detto, sedere sul seggiolone è un momento di maturazione e apprendimento per il bambino che spesso si sporgerà dai bordi, cercherà di mettersi in piedi, proverà a scendere da solo, si agiterà e farà i capricci: insomma metterà a dura prova la vostra pazienza e la stabilità del seggiolone stesso.

Per questo motivo è importante scegliere un seggiolone pappa che sia stabile e costruito con materiali resistenti che non cedano o si danneggino sotto gli urti e gli strattoni del bambino. Allo stesso tempo, però, è consigliato cercare un seggiolone che possa essere ripiegato e riposto in un angolo dopo l’utilizzo: chiaramente, questo dettaglio dipende dalla grandezza della vostra cucina, ma un seggiolone ripiegabile è generalmente più leggero e pratico anche da portare con voi in caso di cene da parenti e amici.

La pulizia: risparmiatevi un po’ di fatica

Quando ci sono bimbi piccoli in giro mantenere un ambiente pulito è praticamente impossibile: non si fa in tempo a pulire che già hanno sporcato di nuovo tutto, e lo stesso vale per il seggiolone.

A maggior ragione il luogo in cui i bimbi inizieranno a sperimentare con pappe, bevande e cibi solidi spesso e volentieri sarà coperto di residui di cibo e di salse varie. Per questo motivo la prima caratteristica da ricercare in un seggiolone è la facilità di pulizia: un vassoio rimovibile in plastica e una fodera di materiali sintetici e facilmente removibili sono la migliore scelta che possiate fare per semplificarvi la vita e cercare di non perdere troppo tempo per ripulire tutto dopo ogni pasto.

cyclette

Tornate in forma direttamente dal vostro salotto!

Quando le giornate lavorative durano otto ore, quando bisogna prendersi cura di una famiglia, soddisfare i bisogni dei bambini, fare la spesa, cucinare, pulire la casa, gestire i mille imprevisti quotidiani e mantenere il controllo delle finanze, trovare del tempo per se stessi diventa quasi impossibile.

Certo, sappiamo tutti quanto importante sia allenarsi e tenersi in forme; non solo per una questione estetica, ma soprattutto per motivi di salute. Una persona allenata è molto meno a rischio di problemi cardiovascolari, di infarto e di tutta una serie di patologie derivanti da problemi di sovrappeso e di valori del sangue alterati.

Tuttavia, non è sempre facile trovare il tempo di allenarsi, di andare a correre o di iscriversi in palestra; soprattutto quando magari avete dei bambini piccoli in casa che non sapete a chi lasciare. In questo caso, molti ricorrono ad una forma di allenamento casalingo: oltre agli esercizi a corpo libero e con manubri di dimensioni ridotte che si possono tenere in casa, uno strumento ideale per questo tipo di work out fai da te è proprio la cyclette.

Fatela diventare una routine

La cyclette, o bici da camera, è la soluzione ideale ai problemi di chi desidera allenarsi ma, per tutta una serie di motivi non può allontanarsi da casa. Se il pensiero di restare fermi a pedalare sul posto non vi sembra allettante, pensate che potete posizionare la cyclette in salotto davanti alla tv, nella stanza dei bambini per passare un po’ di tempo con loro, o sotto il portico da dove potete respirare aria pulita e magari scambiare due parole con i vicini; e tutto questo senza preoccuparvi di freddo e pioggia.

In aggiunta, la cyclette è indicata per allenamenti aerobici ed anaerobici e potete saltare in sella in qualsiasi momento libero abbiate. Chiaramente, per vedere i risultati ci vuole costanza ed impegno, ma almeno avrete la soluzione ai vostri problemi li a portata di mano.

Vivacizzate l’allenamento

Quando parliamo di bici domestica, dobbiamo tenere a mente che ne esistono vari modelli. La tipologia classica è la bici da camera, molto simile ad una bicicletta normale, non ha bisogno di conoscenze e preparazioni particolari per essere utilizzata e spesso è disponibile nella versione pieghevole per poter essere riposta in un angolo dopo l’allenamento.

Esistono poi la bici da spinning, dalla forma più aerodinamica ed indicata per allenamenti più intensi associati alla musica, e la cyclette orizzontale, dotata di sellino ampio e schienale per chi dovesse avere problemi di schiena o per chi avesse bisogno di alleggerire il carico agli arti inferiori o dovesse iniziare un processo riabilitativo dopo un intervento.

Infine, abbiamo la cyclette ellittica che permette di allenare contemporaneamente arti inferiori e superiori e la mini bike che altro non è che una pedaliera da utilizzare comodamente seduti su una sedia o una poltrona.

frigo

Frigorifero giusto può dare anima alla vostra cucina

Una cucina senza frigorifero non si è mai vista. Possono esistere case senza lavastoviglie, senza frullatore o perfino senza forno, ma il frigorifero è uno dei primi elementi a cui si pensa per l’allestimento della cucina.

Ultimamente in commercio si possono trovare moltissimi modelli e design all’avanguardia per poter abbinare questo elettrodomestico a qualsiasi tipo di arredamento scegliate per la vostra cucina: iper-moderno, vintage, retro, colorato o dai toni neutri, grande o piccolo, con funzioni extra o meno. Insomma ne esistono per tutte le tasche e per tutti i gusti.

I consumi non sono più un problema

Se state pensando di cambiare il vostro frigorifero con un modello nuovo, la prima caratteristica che dovreste considerare è senza dubbio la grandezza. La capienza di questo elettrodomestico si misura in litri e, in linea generale, un frigorifero di 150-200 litri è indicato per chi vive da solo o con il proprio compagno, mentre se avete una famiglia numerosa dovrete optare per un modello di almeno 250-300 litri.

Alcuni apparecchi, poi, hanno anche il congelatore incorporato (le cui dimensioni vanno valutate a parte e non sono comprese nelle misure di cui abbiamo appena parlato).

Un’altra caratteristica importante da considerare al momento dell’acquisto sono i consumi. I materiali con cui è costruito il frigorifero incidono molto sui consumi: se l’elettrodomestico è ben isolato e si chiude ermeticamente ci saranno meno perdite e il freddo generato resterà all’intero.

Ma l’elemento che più incide sui consumi è proprio la classe energetica. I migliori frigoriferi americani di ultima generazione sono generalmente di classe A+++ (la migliore) e potrebbero magari sembrare molto costosi ma il prezzo viene ammortizzato in breve tempo grazie al risparmio energetico.

Extra e accessori, personalizzatelo come volete

Se non avete esigenze particolari ed un budget limitato allora è bene rimanere su modelli base che non abbiano particolari funzioni aggiuntive o componenti extra. In alternativa, potete sbizzarrirvi tra numerose proposte e design che propongono soluzioni diverse.

Un primo elemento discriminatorio è la presenza di una o due porte, troviamo poi i dispenser per bibite e cubetti di ghiaccio che possono essere incorporati alla porta del frigorifero, luci interne ed esterne e design più o meno accattivanti. Un’altra funzione che incide notevolmente sulla qualità (e sul prezzo) di un frigorifero è la ventilazione interna che previene la formazione di muffe e di cattivi odori nonché l’accumulo di ghiaccio nelle pareti interne.

Insomma qualsiasi siano le vostre esigenze state pur certi che in commercio troverete la risposta a tutte le vostre richieste, e anche di più. E se tenete a mente questi pochi e semplici consigli sarete anche in grado di concludere l’acquisto scegliendo il modello che effettivamente rispecchia i vostri bisogni pur avendo un budget limitato senza farvi tentare da fronzoli inutili e design accattivanti che non fanno altro che far lievitare il prezzo.

casa-vacanze

Acquistare o non acquistare una seconda casa per le vacanze?

Se state pensando di investire in una seconda casa per le vacanze dove poter passare l’intera estate senza preoccuparvi di prenotare voli e alberghi ci sono delle considerazioni che dovreste fare. Chiaramente non tutti possono permettersi una seconda casa, oltre che per una questione economica anche per un fattore di impegno e tempo che va dedicato ad una seconda abitazione.

Anche un’eventuale casa al mare o in montagna ha bisogno di essere pulita e curata, bisogna tenere in ordine il giardino, pagare le bollette, verificare il corretto funzionamento di acqua e gas, e preoccuparsi di tutte quelle piccole riparazioni che sono molto frequenti in una casa che non viene utilizzata costantemente (problemi di ruggine, muffe ecc.).

Ma vediamo insieme quali possono essere i vantaggi e gli svantaggi di questa scelta e cerchiamo di capire se effettivamente convenga diventare proprietari di una seconda casa per la villeggiatura.

Uno sguardo ai lati negativi: sicuri di voler lavorare anche in vacanza?

Come abbiamo detto, una seconda casa comporta un impegno notevole sia economico che di tempo e sforzi per mantenerla in ordine. Al momento della scelta, quindi, dovreste pensare all’uso effettivo che fareste di un’eventuale seconda casa: se pensate che sarete in grado di utilizzarla solamente per un paio di settimane l’anno allora il gioco non vale la candela e a quel punto conviene affittare un appartamento per il periodo della villeggiatura.

Un altro aspetto importante è la vicinanza della casa per le vacanze alla vostra residenza permanente: una casa non eccessivamente lontana potrebbe permettervi di fare una capatina una o due volte anche fuori stagione per controllare che sia tutto a posto ed evitare di trovarvi sorprese spiacevoli all’inizio della vostra vacanza.

Quindi, al di là dell’aspetto economico, ciò che dovreste tenere principalmente in considerazione è lo sforzo di prendervi cura di una seconda casa: siete davvero disposti a lavorare anche in vacanza?

Che lati positivi però!

Certo, una seconda casa è un impegno, però volete mettere che differenza e che pace poter passare le vacanze in un posto tranquillo, che conoscete bene, senza dovervi preoccupare di prenotare alberghi e voli per tempo per non spendere una fortuna?

Avere una seconda casa è come avere una via di fuga dalla routine quotidiana. Se la vostra seconda abitazione non è troppo distante da dove abitate, potrete prendere e partire in qualsiasi momento, anche fuori stagione, e passare un weekend tranquillo da soli o in compagnia lontani dal caos della città.

In più, se avete la possibilità di lavorare da casa, o se il vostro lavoro vi permette di avere qualche mese di vacanza durante l’estate, allora una casa al mare o in montagna sono una soluzione ideale e il costo dell’acquisto verrà tranquillamente ammortizzato in qualche anno (pensate al risparmio su alberghi, appartamenti, voli, ristoranti ecc.).

barbecue-a-gas

Niente di meglio di un barbecue per riunire amici e parenti

Quando pensate a come arredare casa o a come organizzare il giardino, dovreste prendere in considerazione l’idea di creare uno spazio da utilizzare come punto di ritrovo per amici e parenti.

A tutti piace un po’ di tranquillità e la serenità e l’intimità della propria casa, ma a volte è anche piacevole ritrovarsi in compagnia per una cena tranquilla accompagnata da del buon vino e quattro chiacchiere. Per questo motivo dovreste seriamente pensare all’idea di installare o costruire con le vostre mani un barbecue per il giardino.

Oltre a dare un tocco originale e personalizzato alla vostra casa, diventerà anche la scusa ideale per organizzare cene e feste con amici e colleghi e per gustare carne alla brace molto più economica di quella del ristorante.

Non tutti i giardini sono adatti

Purtroppo non tutti i giardini sono adatti all’installazione di un barbecue: per cuocere la carne alla griglia è necessario parecchio spazio e bisogna che il grill non sia posizionato in prossimità di altre case o alberi sporgenti per evitare incendi o di infastidire i vicini con il fumo causato dalle braci.

Ad ogni modo, se anche il vostro giardino dovesse essere troppo piccolo per costruire un barbecue in muratura, potrete sempre optare per la variante elettrica o a induzione che può essere tranquillamente utilizzata in casa o sotto il portico per poi essere riposta dopo l’uso.

I limiti di spazio non dovrebbero essere una scusa per rinunciare ai piccoli piaceri come quello di una bella grigliata in compagnia: ad ogni problema c’è una soluzione e potrete sempre chiedere ai vostri amici di collaborare e aiutarvi a ripulire tutto una volta cucinato.

Come organizzare il barbecue perfetto

Per organizzare un barbecue perfetto, la qualità degli alimenti è fondamentale. Andate dal vostro macellaio e dal fruttivendolo di fiducia per assicurarvi che carne e verdura siano di prima scelta, e non dimenticate di scegliere del buon vino, preferibilmente rosso, per accompagnare la cena.

Potete anche decidere di preparare qualche antipasto come bruschette o tartine, o le classiche patatine per accompagnare l’aperitivo inziale, e un dolce per concludere la serata. In alternativa potete chiedere a qualcuno degli invitati di occuparsi del dessert mentre voi preparate un bel cesto di frutta fresca.

La carne è senza dubbio l’elemento principale e può essere preparata e condita in moltissime maniere: potete lasciarla a marinare dalla sera prima o arricchire con spezie e profumi esotici, ma non dimenticate di chiedere ai vostri ospiti che tipo di cottura preferiscono.

In fin dei conti, però, anche se qualcosa durante la preparazione dovesse andare storto, la cosa più importante sarà comunque passare del tempo insieme e ritagliarsi una parentesi di relax e condivisione dalla vita frenetica che conduciamo tutti i giorni.